SIDIKI DOUMBIA

16-08-2017 - Notizie

Nel tardo pomeriggio di ferragosto alcuni connazionali africani, immigrati nel biellese nel 2011e negli anni successivi, stanno giocando a pallone e improvvisamente uno di loro, in un intervallo per il cambio turno dei giocatori, tenendo il pallone in mano si accascia a terra. Per SIDIKI, 32 anni originario del Mali non c'è più nulla da fare, nonostante il pronto intervento del 118 e i tentativi di rianimarlo. Morto per infarto. Lascia la moglie, tre figli e la mamma, familiari e amici che era andato a trovare lo scorso anno. In poco tempo sono arrivati gli amici e i volontari che avevano accompagnato nell'integrazione con l'apprendimento della lingua italiana, con inserimento nel lavoro.... rendendoli autonomi. Nei volti sconvolti, increduli,  gli occhi esprimevano lo sconcerto e allo stesso tempo, senza porferire parola alcuna, il pensiero di tutti andava all'altra tragedia non ancora elaborata:  Babà Tangara 29 anni, pure lui maliano sposato con figlia, muore affogato in una piscina nella tenuta dove da anni lavorava come custode. Si pensava in questi giorni di fare memoria nel giorno anniversario della sua morte il 26 agosto 2016, e ritrovarci per aggiornarci e fare il punto della situazione del corso burocratico del caso non ancora concluso, ma questa misteriosa coincidenza ci farà ritrovare anche per il funerale di Sidiki. In attesa che la famiglia decida e ci comunichi che cosa intende fare della salma, preghiamo per lui,per i parenti tutti, per gli amici e per quanti sono costretti ad attraversare deserti e mari con la speranza di migliorare la loro condizione di vita.    don mario