Notizie

Le chiese vuote e l’Umanesimo integrale

La secolarizzazione in Europa sembra non conoscere soste. Nei Paesi del Nord la pratica religiosa è da tempo su livelli bassi (Scandinavia, Regno Unito, Olanda: minore del 10 per cento), e ciononostante continua lentamente a calare (Germania, Francia); non resiste neppure la tradizionale tendenza femminile alla religiosità....

L'Osservatore ROmano - 23 febbraio 2021

Perché dobbiamo vaccinare i migranti irregolari

In Italia ci sono 562mila migranti irregolari, e molti tra loro sono senza fissa dimora. Nessuno si sta preoccupando di vaccinarli al Covid-19, mentre Canada e Germania li hanno messi in testa al loro piano vaccinali. Buonisti? No, lungimiranti. Perché oltre a occuparsi di una questione umanitaria, stanno mettendo in sicurezza il resto della popolazione. Noi, invece, no.

Continua su: https://www.fanpage.it/attualita/perche-dobbiamo-vaccinare-al-covid-19-i-migranti-irregolari-e-farlo-subito/


https://www.fanpage.it/

Uscirono le donne con i tamburelli e le danze

Uscirono le donne con i tamburelli e le danze (Es 15,20)

di Marinella Perroni

in “Come se non” - http://www.cittadellaeditrice.com/munera/ - del 2 marzo 2021

Ricevo da Marinella Perroni questo testo appassionato. E’ una sapiente meditazione, alla vigilia del compleanno di Enzo Bianchi, che domani compie il 78esimo anno di vita. Vi si esprime una domanda di custodia di ciò che è stato, nel bene e nel male, per la vita di quella casa che è Bose. Parla anzitutto alle “donne della comunità, alle sorelle”, cui spetta “imporre e pretendere il dovere della memoria”. (Andrea Grillo)

I “MINISTERI FEMMINILI” UNA PICCOLA RIVOLUZIONE?

Giorgio Campanini 

Il Motu proprio di Papa Francesco, che estende alla componente femminile la possibilità di accedere ai “ministeri” dell’accolitato e del lettorato, ha una portata per certi aspetti “rivoluzionaria”: per la prima volta nella Chiesa post-tridentina vi sono due "ministeri istituiti" aperti anche alle donne...Leggi tutto 

Il papa sulle orme di Abramo

  di Luigi Sandri, in “L’Adige” del 1 marzo 2021

Ultimi giorni di febbrile preparazione, in Vaticano, del viaggio che dal 5 all'8 marzo Francesco compirà - se non impedito dal Covid diffuso laggiù - in Iraq: paese tiranneggiato per decenni da Saddam Hussein; occupato nel 2003 dalla coalizione occidentale a guida Usa; colpito, nel decennio scorso, dai miliziani dell'Isis-Daesh, il cosiddetto "Stato islamico"...

Governo italiano, CEI e Vaticano - 2 marzo 2021

La Repubblica, il Vaticano e i Vescovi si incontrano. Suggeriamo tre argomenti per l’ordine del giorno

Domani martedì due marzo il governo incontrerà i vertici della Conferenza Episcopale e del Vaticano in occasione dell’anniversario dei Patti Lateranensi del 1929 e del nuovo Concordato del 1984. L’incontro si presenta all’insegna dell’ordinaria amministrazione. I protagonisti ritengono, a quanto si capisce, che non ci siano particolari contenziosi tra la Chiesa e la Repubblica...

Articolo 22 febbraio 2021

Un tempo la quaresima giungeva destando in molti sentimenti di stizza, a volte di noia, altre di rigetto. Per pochi era un “tempo favorevole”, accolto non per “fare” qualche particolare opera ma per cercare e ritrovare la verità del proprio essere. Chi viveva la quaresima come digiuno, mortificazione ascetica, occasione per “fare la carità”, non faceva cose cattive ma cose che – per dirla con Gesù – possono compiere anche quei “religiosi”, sempre presenti in ogni comunità umana, che cercano anzitutto una ricompensa e non conoscono né l’arte della gratuità né quella dell’autenticità profonda del cuore...

La bellezza di due gesti

Nella vita monastica il primato va certamente alla parola, perché anche il silenzio tanto cercato e custodito è al servizio della parola: parola di Dio innanzitutto, ascoltata, letta, ruminata, cantata, proclamata nelle diverse ore del giorno, ma anche parola del fratello – monaco o ospite, dell’altro – che va accolta e onorata. Parola, silenzio, canto sembrano essere le realtà alle quali il monaco dedica più tempo e attenzione...

OSPITALITA' EUCARISTICA

L'"OSPITALITA' EUCARISTICA" DIVIDE LA GERMANIA DA ROMA

 

A cinque secoli esatti dalla bolla Decet Romanum Pontificem con la qua-le Leone X, il 3 gennaio 1521, scomunicava Martin Lutero, sono enormemente cambiati, e in meglio, i rapporti tra i seguaci del “padre” (con Giovanni Calvino) della Riforma e il papato...

                                         Luigi Sandri,  Confronti  gennaio 2021

Repubblica Democratica del Congo

Nella Repubblica Democratica del Congo la violenza è sistematica
Siamo addolorati per l’uccisione dell’Ambasciatore Luca Attanasio e dei membri del suo convoglio. Le violenze e l’assenza di sicurezza continuano a colpire la Repubblica Democratica del Congo. Negli ultimi due anni, 5 milioni di persone sono state costrette a fuggire dalle loro case. Le atrocità commesse dai gruppi armati nella zona orientale del Paese sono parte di una strategia volta sistematicamente a turbare la vita dei civili, instillare paure e generare caos. Proprio qualche giorno fa abbiamo lanciato un appello affinché venga garantita la sicurezza dei civili e degli operatori umanitari.